Dal Molise documenti falsi in tutta Italia: due arresti

Documenti falsi (Immagine di repertorio - Fotogramma)
1' di lettura

La stamperia clandestina trovata in casa degli arrestati forniva sul territorio nazionale qualsiasi genere di attestato, compresi quelli per immigrazione ed emigrazione clandestine

Due molisani sono finiti in manette per il reato di utilizzo di documenti falsi per l'espatrio. A casa loro la polizia ha trovato una stamperia clandestina in grado di contraffare ogni genere di documento.

I documenti falsificati – Titoli validi per l'espatrio, utilizzabili sia per l'immigrazione che per l'emigrazione clandestina, e migliaia tra carte d'identità, patenti di guida, certificati di circolazione e tagliandi assicurativi, tutti riconosciuti dall'Unione europea. Questo il "bottino" rinvenuto dagli agenti della polizia stradale di Lecco, Isernia e Campobasso in casa dei due arrestati.

Un laboratorio tecnologico – Nella stamperia clandestina i poliziotti hanno trovato anche un'ingente somma di denaro, oltre ai macchinari e agli strumenti informatici, con hardware e software di ultima generazione, idonei alla falsificazione dei documenti che venivano poi distribuiti in tutta Italia. Un avanzato "laboratorio tecnologico" – come lo hanno definito gli stessi agenti – che richiederà tempo per essere analizzato.

I reati contestati – Agli arrestati sono stati contestati reati che vanno dalla ricettazione al falso documentale, al furto e al riciclaggio di denaro, fino alla truffa ai danni dello Stato.

Leggi tutto