Assenteismo, indagati 63 dipendenti del comune di Nola

I militari dell’Arma hanno riscontrato oltre 400 episodi di assenteismo (Getty Images)
1' di lettura

I carabinieri hanno filmato alcuni lavoratori del comune in provincia di Napoli mentre timbrano fino a cinque cartellini di colleghi assenti, che spesso si recavano a fare la spesa

Facevano i turni per "strisciare" i cartellini dei colleghi assenti. Come hanno accertato le indagini dei carabinieri della Compagnia di Nola, 63 dipendenti del comune in provincia di Napoli timbravano i badge dei propri colleghi, permettendo loro di non recarsi al lavoro. I militari dell’Arma hanno riscontrato oltre 400 episodi di assenteismo e le accuse mosse contro i dipendenti, che rappresentano un terzo dell'intero organico del comune, sono di truffa aggravata ai danni dello Stato e falsa attestazione.

 

Organizzati in turni – Le telecamere posizionate dai Carabinieri all’interno del comune di Nola hanno ripreso i dipendenti mentre timbravano fino a cinque cartellini di colleghi assenti. Alcuni di quest’ultimi, pedinati dai militari, sono stati sorpresi a fare la spesa o a portare a passeggio il cane durante l’orario d’ufficio. Dalle indagini è emerso un vero e proprio sistema “all'insegna della mutua cooperazione”, come lo hanno definito i Carabinieri, che prevedeva un'organizzazione in turni per andare a "strisciare" il badge al posto dei colleghi assenti. Le forze dell'ordine hanno riscontrato anche un giro di false certificazioni con le quali alcuni dipendenti dichiaravano di essere fuori dall’ufficio per portare in riparazione un computer dell'ente locale quando in realtà si intrattenevano al bar con gli amici.

 

Irruzione in Municipio – I carabinieri hanno notificato gli avvisi di conclusione indagini ai 63 dipendenti comunali direttamente negli uffici del comune di Nola nella mattinata del 25 gennaio. Il grande dispiegamento di forze ha suscitato non poca curiosità tra i cittadini che hanno affollato la centralissima piazza Duomo, dove si trova il municipio. Nei mesi precedenti, un'indagine interna voluta dal sindaco Geremia Biancardi e dalla sua Giunta aveva portato alla denuncia di 21 lavoratori che, però, non sarebbero tra i 63 dipendenti raggiunti dagli avvisi di conclusione indagini.

 

Gratitudine del sindaco – Biancardi, appresa la notizia, ha dichiarato: “Siamo grati alle forze dell'ordine che con la loro azione percorrono la strada della tolleranza zero nei confronti dei furbetti del cartellino”. Il sindaco ha aggiunto anche che: “l’operazione dei Carabinieri della compagnia di Nola rafforza l'impegno dell'amministrazione comunale, che già da tempo ha individuato nel contrasto ad ogni forma di assenteismo un obiettivo prioritario”.

Leggi tutto