Rigopiano, il senegalese disperso risulta residente a Torino

1' di lettura

Faye Dame aveva da poco rinnovato il permesso di soggiorno grazie al contratto di lavoro ottenuto con l'albergo di Farindola. Sotto i cumuli di neve e detriti si continua a scavare

Si cerca anche Faye Dame, di origini senegalesi, sotto la slavina che la settimana scorsa si è abbattuta, travolgendolo, sull'hotel Rigopiano di Farindola (Pescara).

 

Faye Dame - L'uomo ha da poco rinnovato il suo permesso di soggiorno in Italia presso la Questura di Torino ed è nel capoluogo piemontese che risulta residente. Il rinnovo del permesso è stato ottenuto proprio grazie al contratto di lavoro con l'albergo abruzzese. Alla Questura risulta regolare in Italia dal 2009.

Ieri è stata ascoltata un'amica di Faye, nel tentativo di poterne rintracciare i parenti. Secondo le informazioni finora disponibili il senegalese aveva solo un fratello che però si trova nel suo Paese d'origine. "È una vicenda triste, difficile, penosa e piuttosto confusa", ha commentato la console onoraria del Senegal a Torino, Laura Maria Luisa Morra di Cella. "Non siamo ancora riusciti a contattare nessuno". "In televisione, durante un servizio del telegiornale, abbiamo visto una giovane donna che si è presentata come la sua fidanzata, ma non ha lasciato riferimenti con cui rintracciarla".

 

Nell'elenco dei dispersi solo da ieri - Il nome di Faye Dame è stato inserito soltanto ieri nella lista dei dispersi della tragedia grazie alla testimonianza di una coppia abruzzese, ospite dell'albergo nei giorni precedenti alla valanga, che ha ricordato solo in un secondo momento della presenza dell'uomo di origine africana. La presenza di Dame è stata poi confermata agli inquirenti dal direttore dell'hotel, Bruno Di Tommaso. I racconti dei sopravvissuti

 

Si scava senza sosta - I soccorritori continuano a scavare e lavorare per cercare i dispersi sperando di trovare ancora qualcuno in vita. E sulla valanga che ha travolto l'hotel è stato aperto un "unico fascicolo" contro ignoti. Tutti gli aggiornamenti.

Leggi tutto