Maltempo, allerta rossa in Sicilia: un morto nel Palermitano

1' di lettura

Situazione critica anche in provincia di Agrigento dove un violento nubifragio ha colpito Sciacca. Catania, Messina e le isole Eolie sono osservati speciali. LE PREVISIONI

Allerta rossa nelle zone della Sicilia con un alto livello di dissesto idrogeologico. In provincia di Palermo un uomo di 67 anni è morto trascinato da un torrente che è esondato. Un'alluvione ha colpito la provincia di Agrigento causando frane e allagamenti a Sciacca. Scuole chiuse a Catania, interrotti i collegamenti con le isole Eolie e le attività degli approdi di Tremestieri, in provincia di Messina. “Il sistema è allertato”, ha detto il capo dell'Ufficio emergenze della Protezione Civile, Titti Postiglione.

 

Frane e allagamenti nell'Agrigentino - A meno di due mesi dall'alluvione del 25 novembre, è tornato ad abbattersi su Sciacca, in provincia di Agrigento, un nuovo nubifragio. La pioggia torrenziale ha causato diversi allagamenti e alcune frane. Straripati i torrenti Foggia, San Marco e Cansalamone. Ci sarebbero gravi danni a immobili e attività commerciali. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha invitato i cittadini a non lasciare le proprie abitazioni.

 

Auto sommerse a Palermo - Danni anche a Palermo dove i Vigili del fuoco sono stati impegnati in diversi interventi per soccorrere alcuni automobilisti rimasti impantanati in diverse strade allagate. I pompieri hanno tirato fuori dall'acqua alta alcune auto nelle strade del centro storico cittadino e in alcune arterie periferiche.

 

Scuole chiuse a Catania - Il dipartimento regionale della Protezione Civile ha reso noto che dalla mezzanotte di domenica fino alle 24 di lunedì sul territorio del Comune di Catania scatterà l'allerta rossa. Le previsioni indicano l’arrivo di forti piogge e temporali, raffiche di vento, fulmini, grandinate e mare mosso. Il sindaco Enzo Bianco ha disposto la chiusura delle scuole in via precauzionale e il divieto di circolazione dei veicoli a due ruote. Il Comune ha invitato i cittadini alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani interrati e a usare i mezzi privati solo in caso di estrema necessità.

 

Messina, stop agli approdi - A causa del maltempo e del forte vento che ha colpito la provincia di Messina, la capitaneria della città con un'ordinanza ha disposto la “chiusura degli approdi di Tremestieri dalle ore 14 per la presenza di cumuli di sabbia nello specchio d'acqua antistante l'ingresso”. Una misura presa in ragione delle condizioni di scarsa sicurezza e in attesa dei risultati “delle verifiche tecniche e dei rilievi batimetrici”.

 

Vento a 40 km/h sulle isole - Difficoltà anche sulle Eolie, da due giorni quasi completamente isolate. Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi sono prive di collegamenti da 48 ore a causa del mare molto mosso e delle raffiche di vento proveniente da sud-est che hanno raggiunto i 40 chilometri orari. Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha invitato i cittadini a non parcheggiare le auto vicino al mare e a non sostare nei piani seminterrati e nei sottopassi.

Leggi tutto