Tenta rapina a poliziotto ma lascia curriculum nella moto: arrestato

Una volante della Polizia di Stato (Getty Images)
1' di lettura

A Napoli, l’uomo ha aggredito un agente in borghese, che lo ha messo in fuga. Il rapinatore è stato rintracciato grazie ad un CV trovato sotto la sella della scooter abbandonato

Era in cerca di lavoro, girava con un curriculum vitae, ma nel frattempo faceva il rapinatore. E proprio grazie a quei fogli A4, lasciati sotto la sella del suo scooter, la Polizia è riuscita a rintracciare e arrestare, nella sua abitazione di Napoli, un pregiudicato di 31 anni, Luca Donnarumma, che all'alba aveva tentato di rapinare un sovrintendente capo della Polizia di Stato.


La tentata rapina – Il 31enne, secondo la ricostruzione della polizia, è un disoccupato in cerca di lavoro, ma, tra un tentativo e l’altro, commetteva rapine ai danni dei passanti. Donnarumma, entrato in azione in via Salvator Rosa, ha preso di mira una persona che stava per salire a bordo della sua auto per andare a lavoro. È arrivato in scooter, ha colto la vittima alle spalle e ha minacciato di sparare all'uomo se non gli avesse consegnato portafogli ed effetti personali. Il poliziotto in borghese, però, ha estratto l'arma di ordinanza.

Tra i due è nata una colluttazione. Il poliziotto ha sfilato le chiavi dello scooter al malvivente, che è riuscito a scappare. L’agente ha quindi avvertito i suoi colleghi e fornito una descrizione molto precisa del bandito.

 


La traccia del curriculum - Gli agenti hanno intercettato poco lontano lo scooter parcheggiato in strada. Sotto la sella, hanno trovato addirittura il curriculum vitae di Donnarumma, con tutti i dati del rapinatore, e una bolletta telefonica. I poliziotti hanno raggiunto l'abitazione dell'uomo, che è rientrato poco dopo.

Gli uomini dell'arma lo hanno arrestato: i reati contestati sono tentata rapina e lesioni. Il poliziotto, infatti, ha riportato lievi contusioni guaribili in pochi giorni.

Nei guai anche il suocero di Donnarumma, che nel frattempo, per creare un alibi al genero, si era recato al Commissariato di Polizia Dante, per denunciare il furto dello scooter.

L’uomo è stato denunciato a piede libero per favoreggiamento.

Leggi tutto