Roma, sequestrato l’appartamento di Raffaele Marra

1' di lettura

I carabinieri hanno posto sotto sequestro preventivo l’immobile al centro dell’indagine per cui l’ex braccio destro di Virginia Raggi è stato arrestato a dicembre con l’accusa di corruzione

 

L’appartamento romano di proprietà di Raffaele Marra è stato sequestrato dai carabinieri di Roma. L’immobile (e l’annesso posto auto) di via dei Prati Fiscali è l’abitazione finita al centro dell’indagine per corruzione che ha portato all’arresto dell’ex braccio destro di Virginia Raggi

 

Sequestro preventivo - L’appartamento risulta intestato alla moglie di Marra. I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip. Un provvedimento voluto dalla Procura che si baserebbe sul presupposto che l’immobile sia stato acquistato col denaro proveniente proprio dall'episodio di corruzione di cui Marra è accusato e per cui lo scorso 16 dicembre è stato arrestato.

 

Le accuse per l'ex braccio destro della sindaca - Marra, ex capo del personale del Campidoglio, è accusato nell'ambito dell'inchiesta sulla compravendita delle case Enasarco, una vicenda di acquisti immobiliari per i quali è finito in manette anche l’immobilirista Sergio Scarpellini. Lo scorso 9 gennaio il Tribunale del Riesame di Roma ha respinto l'istanza di scarcerazione o di concessione degli arresti domiciliari.

Leggi tutto