Mafia, arresti e sequestri in Puglia

Fotogramma
1' di lettura

Operazione dei Carabinieri tra Bari e Altamura contro il clan Nuzzi, attivo nel traffico di armi e droga. Tra i 17 fermati anche un appuntato dell'Arma

Operazione antimafia in Puglia, con arresti e sequestri di droga e armi, anche da guerra. Oltre 200 i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale impegnati tra Bari e Altamura contro capi ed affiliati del clan Nuzzi di Altamura. Nell'operazione Kairos impiegate anche unità cinofile e un elicottero.

 

Sono 17 gli arresti eseguiti all'alba dai carabinieri, disposti dal gip del tribunale di Bari Giovanni Abbattista; 25 invece gli indagati. L'inchiesta, coordinata dai sostituti procuratori Renato Nitti e Roberto Rossi, anche grazie alle intercettazioni e alle dichiarazioni di quattro collaboratori di giustizia, fotografa l'operatività del clan Nuzzi di Altamura, con a capo i fratelli Pietro Antonio e Angelantonio Nuzzi, arrestati oggi, assieme ad un loro stretto collaboratore, Francesco Zazzara.

 

Il clan Nuzzi – Considerato tra le formazioni mafiose emergenti, il clan Nuzzi, attivo nelle Murge, era al centro di un’indagine iniziata tre anni fa e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo pugliese. Secondo gli investigatori, il clan si sarebbe rivelato in grado, oltre che di soppiantare i rivali nell'attività di spaccio della droga, di esercitare sul territorio una sorta di funzione 'paragiurisdizionale' parallela, di dirimere controversie tra privati e di penetrare prepotentemente negli apparati burocratici e amministrativi della società civile, trovando appoggi persino in un esponente delle forze dell'ordine, un appuntato scelto dei carabinieri, finito oggi ai domiciliari.

 

Traffico di armi e droga - Le accuse contro gli arrestati sono di associazione di tipo mafioso, detenzione e porto di armi, anche da guerra ed esplosivi, traffico di droga, omicidio, tentato omicidio, estorsione e danneggiamento. Eseguito anche il sequestro di due immobili. Nel corso di tre anni di indagine, i Carabinieri avevano già recuperato oltre 50 chili di droga tra cocaina, hashish e marijuana. 

Leggi tutto