Tenta di uccidere la figlia di 3 anni dandole sedativi, arrestata

1' di lettura

La bimba era ricoverata a Roma all'ospedale Bambino Gesù e avrebbe avuto due episodi di arresto cardiorespiratorio. La madre, trentenne, sembra l'abbia fatto per attirare le attenzioni del marito

Avrebbe tentato di uccidere la figlia di tre anni, durante un ricovero nell'ospedale Bambino Gesù di Roma, somministrandole farmaci sedativi che le avrebbero provocato due episodi di arresto cardiorespiratorio. La donna, una trentenne che abita a Napoli, è stata arrestata dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio.

Voleva attirare le attenzioni del marito - Le indagini, condotte dai carabinieri del nucleo investigativo di Roma e del comando provinciale di Napoli, sono partite in seguito a referti medici forniti dal nosocomio romano. La bimba è stata salvata grazie all'intervento dei sanitari in due diversi episodi avvenuti nel mese di dicembre. La donna, secondo gli investigatori, avrebbe agito in questo modo perché voleva attirare l'attenzione del marito dopo alcune tensioni.

Leggi tutto