Maltempo, il presidente della Puglia dichiara lo stato d'emergenza

1' di lettura

Firmato il decreto che interessa tutto il territorio regionale e che prevede un primo stanziamento di 1,5 milioni di euro. Santeramo in Colle il Comune più colpito. Disagi per neve e gelo anche in provincia di Teramo. LE PREVISIONI METEO

Prosegue l’emergenza neve in Puglia. Il presiedente della Regione, Michele Emiliano, ha firmato il decreto per lo stato di emergenza regionale che interessa tutto il territorio e che prevede un primo stanziamento di 1,5 milioni di euro. 

 

Santeramo il Comune più colpito da neve e gelo - Emiliano si trova per il terzo giorno a Santeramo in Colle, il Comune in provincia di Bari dove si sono registrate più problematiche:”Oggi, dopo l'arrivo dell'Esercito, dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile, di ulteriori distaccamenti di Carabinieri e Polizia municipale di Bari, di tanti volontari, finalmente è stato organizzato il lavoro da parte del Comune di spazzamento delle strade del centro”, ha detto. Santeramo non sarà l’unico Comune che Emiliano visiterà: “Tra qualche ora andrò anche a Laterza e a Ginosa, dive i sindaci sono stati veramente in gamba: andrò a ringraziarli per il lavoro che hanno fatto”. 

 

L’appello a donare il sangue - Da Santeramo è arrivato anche un appello del presidente della Regione per donare il sangue: “I donatori non riescono ad arrivare ai centri trasfusionali”, ha spiegato, “voglio davvero chiedere a tutti quelli che possono arrivare ai centri di raccolta sangue di farlo rapidamente”. Emiliano ha poi ribadito che la Puglia non può contare sul resto d’Italia perché la stessa situazione di emergenza si sta verificando in tutta la penisola. “Serve uno sforzo particolare per tutti i pugliesi”, ha ribadito e, rivolgendosi agli abitanti della Regione, ha ricordato: “State combattendo benissimo questa battaglia contro la neve, adesso ci serve una mano per il sangue”. 

 

La situazione nella provincia di Taranto - Continuano senza sosta i lavori nell’area del versante occidentale della provincia di Taranto per liberare le strade dalla neve caduta negli ultimi giorni. Ginosa, Laterza e Castellaneta sono le zone più colpite e qui le scuole rimarranno chiuse almeno fino a sabato. La precedenza viene data alla pulizia delle strade dei centri storici, mentre la ripresa della raccolta rifiuti - sospesa nei giorni delle nevicate - riprenderà il 12 gennaio. Alcune aziende agricole sono ancora isolate, soprattutto quelle posizionate sul colle di Montecamplo, a Castellaneta.

 

Lo stabilimento Granarolo riprende l’attività al 60% - A Gioia del Colle, lo stabilimento della Granarolo era stato danneggiato dal gelo, negli scorsi giorni. Inoltre, molti allevatori non erano riusciti a far arrivare il latte allo stabilimento per via della situazione critica delle strade. Ora l'impianto ha ripreso a funzionare al 60% e ha riattivato due delle tre linee di produzione. Con l’arrivo del maltempo e le consegne impossibili da effettuare, molti allevatori hanno perso quintali di latte.

 

Ancora neve e gelo - Intanto, la protezione civile regionale ha diramato un comunicato per avvisare che le perturbazioni che hanno interessato la Puglia negli scorsi giorni persisteranno per tutta la giornata di oggi con temperature ancora basse e “diffuse gelate”. Il miglioramento è previsto “nei prossimi giorni” con un “graduale aumento dei valori termici”.

Leggi tutto