Toscana, è allerta meningite: tre casi nelle ultime 24 ore

1' di lettura

A due pazienti è stato diagnosticato il meningococco di tipo B, a una ragazza residente a Prato il batterio nella variante C. Gli episodi a pochi giorni dalla morte di un bambino di 22 mesi a Firenze

Tre nuovi casi di meningite nelle ultime 24 ore in Toscana, a pochi giorni dalla morte del bambino di 22 mesi deceduto lo scorso 29 dicembre a Firenze.  Due le diagnosi di meningococco B e una della variante C.

 

Un caso a Firenze - A Impruneta, in provincia di Firenze, un uomo di 55 anni è stato ricoverato all’ospedale Santa Maria Annunziata per una meningite di tipo B. Le sue condizioni sono stabili e la Asl Toscana ha comunicato in una nota che “il servizio di igiene e sanità pubblica fiorentino ha subito attivato le misure di profilassi, sulla base della valutazione del profilo di rischio".

 

Anziano in prognosi riservata a Livorno - Un’altra diagnosi di meningococco B è stata effettuata a un uomo di circa 83 anni, residente a Venturina, provincia di Livorno. Il paziente è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive all'ospedale di Livorno, le sue condizioni sono serie e la prognosi riservata. 

 

Ragazza di 20 anni ricoverata a Prato - Nella tarda serata del 31 dicembre una ragazza di 20 anni, residente a Prato, è stata ricoverata nel reparto di terapia Intensiva dell'Ospedale Santo Stefano. Il laboratorio dell'ospedale Meyer ha confermato la diagnosi da meningococco di tipo C. Sono state attivate tutte le procedure per la profilassi e le persone che nei 10 giorni precedenti ai sintomi hanno avuto contatti ravvicinati con la ragazza sono stati sottoposti a copertura antibiotica dalle prime ore dell’1 gennaio. È in corso anche l'indagine epidemiologica per ricostruire i luoghi frequentati dalla ventenne.

Leggi tutto