Stretta sui migranti irregolari: raddoppio rimpatri e riapertura Cie

1' di lettura

Il piano del capo della Polizia Franco Gabrielli che ha inviato una circolare alle questure sottolineando l’importanza di questi controlli “nell'attuale contesto di crisi a fronte di una crescente pressione migratoria”

Rafforzamento dei controlli sugli irregolari ed espulsioni immediate. Con una circolare alle questure, il capo della Polizia, Franco Gabrielli, chiede di ntensificare i servizi per i controlli e l'allontanamento degli stranieri irregolari.

Territorio "sotto controllo" - La circolare sottolinea l'importante apporto di questi controlli "nell'attuale contesto di crisi a fronte di una crescente pressione migratoria e di uno scenario internazionale connotato da instabilità e da minacce che impongono di profondere massimo impegno nelle attività volte a mantenere il territorio “sotto controllo”. 
Nella circolare Gabrielli invita dunque a "conferire massimo impulso all'attività di rintraccio dei cittadini stranieri in posizione irregolare attraverso una specifica attività di controllo delle diverse Forze di Polizia".

Espulsioni immediate - Il capo della Polizia raccomanda inoltre come in caso di rintraccio di stranieri irregolari si "assumano diretti contatti con gli uffici immigrazione delle Questure cui spetta l'avvio delle procedure per l'adozione dei provvedimenti di espulsione".

Il ruolo delle polizie locali - Gabrielli invita a predisporre piani straordinari di controllo del territorio nell'ambito dei Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza e di utilizzare il contributo operativo delle polizie locali. La Direzione centrale per l'Immigrazione del Viminale si occuperà infine dell'assegnazione dei posti nei Centri di identificazione ed espulsione (Cie).
 

Leggi tutto