A Capodanno musei e siti culturali aperti e gratuiti

Galleria degli Uffizi a Firenze (Getty Images)
1' di lettura

L'evento che coinvolge istituzioni in tutta Italia, dagli Uffizi al Colosseo, è frutto di un'iniziativa promossa dal Ministero dei Beni culturali e del Turismo

Cominciare l'anno all'insegna dell'arte. Sarà possibile grazie all'iniziativa del Ministero dei Beni culturali e del Turismo per la quale il primo gennaio 2017 molti dei musei e dei siti archeologici statali resteranno aperti e saranno ad ingresso gratuito.

 

Evento eccezionale - Ad annunciare l'iniziativa è stato il ministro Dario Franceschini che ha voluto sottolineare come il tour gratuito d'inizio anno fra le bellezze artistiche nostrane sia consentito anche dalla disponibilità del personale del dicastero: "L'apertura dei musei il primo gennaio è un evento eccezionale - ha spiegato il ministro - reso possibile dalla coincidenza di un giorno tradizionalmente festivo con la prima domenica gratuita del mese". Secondo Franceschini il valore di questa scelta "non sta solo nei grandi numeri realizzabili, che saranno sicuramente molto significativi in questa prima edizione del 2017, ma soprattutto nel dato educativo e di riavvicinamento degli italiani al proprio patrimonio".

 

Chi apre e chi rimane chiuso - Tra i principali luoghi d'arte che rimarranno aperti ci sono gli scavi di Ercolano e Pompei, il Colosseo, la Galleria Borghese e la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma, la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria e la Basilica di Sant'Apollinare in Classe a Ravenna. Dalla lista dei musei e siti culturali visitabili, consultabile sul sito del ministero, rimangono però esclusi altri luoghi simbolo del nostro Paese come la Pinacoteca di Brera e il Cenacolo Vinciano a Milano, le Gallerie nazionali di arte antica di Palazzo Barberini, il Palazzo Corsini e la Crypta Balbi a Roma, Palazzo Farnese a Viterbo e il museo del Bargello, le cappelle medicee, la galleria dell'Accademia, la Chiesa e il Museo di Orsanmichele a Firenze.

Leggi tutto