L'uomo ucciso a Milano è l'attentatore di Berlino

1' di lettura

A Sesto San Giovanni, intorno alle 3, Amis Amri ha estratto una pistola e ha sparato ai poliziotti di una volante che hanno risposto al fuoco ferendolo a morte 

E' stato ucciso a Milano Amis Amri, il killer di Berlino (segui qui tutti gli aggiornamenti). La notizia irrompe nella mattinata mentre si stava indagando sulla sparatoria avvenuta verso le tre di notte in piazza Primo Maggio a Sesto San Giovanni tra la polizia e un passante. 

 

L'uomo ucciso è Amri - Secondo le prime informazioni l'uomo durante un normale controllo stradale ha estratto una pistola e ha sparato agli agenti di una volante che hanno risposto al fuoco uccidendolo. L'identificazione di Amis Amri è arrivata sia dai tratti somatici sia dalla comparazione delle impronte.

 

Conflitto a fuoco a Milano: la ricostruzione  - Secondo quanto riferito dalla polizia, la volante si sarebbe fermata di fronte alla stazione di Sesto San Giovanni, per un normale controllo. L'uomo, che era a piedi, alla richiesta di mostrare i documenti avrebbe tirato fuori una pistola dallo zaino e avrebbe sparato a un poliziotto, colpendolo a una spalla;  le sue condizioni non sarebbero gravi. 

A quel punto gli agenti avrebbero risposto al fuoco, sparando all'uomo, poi deceduto. Nessuno degli agenti sapeva di aver appena ucciso l'uomo responsabile della morte di 12 persone.

 

 

Data ultima modifica 23 dicembre 2016 ore 10:49

Leggi tutto