Napoli, chiedeva 50 euro a visita: denunciato falso cardiologo

Il falso cardiologo emetteva anche false ricette ai pazienti (Getty Images)
1' di lettura

La Guardia di Finanza lo ha scoperto al termine della visita a un'anziana paziente. Esercitava abusivamente dal 1994

Un falso cardiologo è stato scoperto e denunciato dai finanzieri del Comando provinciale della Guardia di finanza di Napoli con l'accusa di esercizio abusivo della professione medica. L'uomo è stato fermato al termine di una visita a un'anziana signora.

 

Cinquanta euro a visita – Il controllo delle forze dell'ordine sull'uomo ha permesso di raccogliere diversi indizi di reato. Il primo sarebbe proprio la confessione dell'indagato, che ha ammesso agli agenti di non essere in possesso di alcun titolo accademico e delle abilitazioni professionali necessarie per esercitare la professione. I finanzieri hanno così provveduto a sequestrare l'intera attrezzatura del finto medico e a predisporre una serie di accertamenti sulla documentazione extracontabile rinvenuta in suo possesso. Attraverso quest'ultima prova si tenterà di ricostruire il volume d'affari dell'attività illecità e il relativo reddito nascosto dall'uomo al fisco. Secondo l'ipotesi degli inquirenti, l'uomo era riuscito nel corso degli anni a crearsi ottime referenze e un esteso bacino di pazienti ai quali chiedeva un compenso, in nero, di 50 euro a visita.

 

Visite “porta a porta” – La denuncia del falso medico è arrivata dopo oltre vent'anni di attività illecita. La Guardia di Finanza avrebbe infatti scoperto che l'indagato visitava “porta a porta”, e mai in un ambulatorio, almeno dal 1994. A confermarlo ci sarebbe anche un ricettario medico, sequestrato dai finanzieri, e riportante le false referenze del sedicente cardiologo. Per anni l'uomo avrebbe emesso prescrizioni nei confronti dei propri pazienti che, ignari della frode, si recavano in farmacia ad acquistare le medicine.

Leggi tutto
Prossimo articolo