Medico aggredito con acido nel modenese, fermato presunto responsabile

1' di lettura

L'aggressore sarebbe un uomo di 59 anni; le accuse nei suoi confronti sono di tentato omicidio e lesioni personali aggravate. Il movente, dichiara il pm, sarebbe passionale 

C’è un fermo per l’aggressione con l’acido ai danni di Stefano Tondi, primario di cardiologia dell'ospedale di Baggiovara, nel Modenese. Il presunto responsabile dell’attacco del 10 novembre scorso sarebbe un uomo di 59 anni; le accuse nei suoi confronti sono di tentato omicidio e lesioni personali aggravate. Il primario, infatti, ha rischiato di perdere la vista ed è tuttora ricoverato al Policlinico di Modena con gravi danni agli occhi.

 

Movente passionale -  Il movente, dichiara il pm di Modena Lucia Musti, sarebbe passionale. Ci sarebbe dunque di mezzo una donna. "Abbiamo battuto qualsiasi pista - spiega- e alla fine quella giusta era 'la pista’ per eccellenza: quella del crimine passionale”. Fino alla convalida del fermo da parte del gip il 59enne rimarrà in carcere. 

Leggi tutto