Furti in casa: arrestati cinque ladri acrobati a Genova

Immagine d'archivio - Fotogramma
1' di lettura

La polizia li ha colti in flagranza di reato mentre stavano tentando un furto in un'abitazione di Campomorone. Gli agenti della squadra mobile li tenevano d'occhio da mesi

È stata arrestata la cosiddetta banda dei ladri acrobati che da mesi svaligiava le abitazioni di Genova e provincia. Si tratterebbe di cinque cittadini albanesi incensurati (fra i quali solo uno con regolare permesso di soggiorno) arrestati dagli uomini della squadra mobile del capoluogo ligure mentre tentavano di compiere un furto in un'abitazione di Campomorone.

 

Ricercati da tempo – Gli investigatori erano da tempo sulle tracce di quelli che sono stati definiti professionisti dei colpi lampo. Secondo gli inquirenti la natura delle rapine compiute era seriale e avrebbe permesso alla banda di compiere decine di furti nel corso di pochi mesi. Il copione era sempre lo stesso: la banda entrava in azione fra le 18 e le 20 optando per abitazioni nascoste da aree verdi che consentivano loro di mimetizzarsi più facilmente. I ladri penetravano poi all'interno delle case arrampicandosi dai tubi del gas e forzando finestre e tapparelle. Una volta dentro l'azione era rapida e puntava a portar via il maggior quantitativo possibile di oggetti di valore.

 

L'arresto – Le azioni della banda sono state interrotte nella notte del 13 dicembre, quando i cinque sono stati sorpresi dagli agenti della Polizia mentre avevano ancora il passamontagna sul viso e gli attrezzi da scassinatore in mano. Le successive perquisizioni effettuate a bordo dell'automobile e nei rispettivi appartamenti hanno permesso ai poliziotti di rinvenire e sequestrare numerosi preziosi, orologi, telefonini, apparecchi elettronici e altri oggetti trafugati nel corso di precedenti furti. I cinque sono stati portati al carcere di Marassi.

Leggi tutto