Voto di scambio, maxi-operazione in Puglia: 21 persone arrestate

1' di lettura

Carabinieri in azione contro il clan Di Cosola. Le accuse: associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso e coercizione elettorale in concorso. Agli arresti anche il portaborse di un politico

Vasta  operazione antimafia dei Carabinieri del nucleo investigativo del Reparto Operativo di Bari. Ventuno le persone arrestate con l’accusa, tra l’altro, di aver condizionato le elezioni regionali del maggio 2015.

 

I dettagli sull’operazione - Tra le persone coinvolte c’è anche il portaborse di un candidato alle regionali. Oltre 300 i militari impegnati. Decine le perquisizioni domiciliari alla ricerca di armi e droga. In azione: unità cinofile, metal detector, sofisticate strumentazioni e un elicottero. Nel mirino c’è il clan Di Cosola, uno dei più radicati gruppi criminali della città.

 

Le accuse – Tutti gli arrestati dovranno rispondere alle accuse di "associazione di tipo mafioso", "scambio elettorale politico-mafioso" e "coercizione elettorale in concorso". Le indagini, condotte attraverso sofisticate intercettazioni ambientali e telefoniche, hanno consentito di documentare come il  clan" Di Cosola" si stesse riorganizzando, stringendo alleanze con altri gruppi criminali della zona.

 

Leggi tutto