Famiglia cacciata da casa popolare, trovata una nuova sistemazione

1' di lettura

Il nucleo di origine marocchina avrebbe dovuto prendere possesso di un alloggio loro assegnato ma è stato mandato via dai residenti. In piazza la protesta dei movimenti per la casa

"È stato un comportamento vergognoso, ci fa capire quanto il cambiamento culturale sia fondamentale". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, commenta quanto avvenuto due giorni fa San Basilio dove i residenti hanno cacciato una famiglia di origine marocchina che avrebbe dovuto prendere possesso di una casa popolare loro assegnata. La sindaca ha incontrato il nucleo familiare in Campidoglio. Per loro sarebbe stata trovata una nuova casa.

 

 

“Vogliamo cambiare quella casa” - "Noi vogliamo cambiare quella casa”, ha detto un membro della famiglia: “Ci hanno detto che cambieranno quella casa sicuramente". Ad impedire che la famiglia potesse entrare nell'alloggio assegnatagli, le proteste degli altri residenti al grido "qui non vogliamo negri. Tornate a casa col gommone". La casa è stata poi rioccupata abusivamente.

 

Saviano a Sky TG24: “San Basilio è il modello Scampia esportato”

 

Movimenti per la casa in piazza – Intanto oggi, a Roma, sono scesi in piazza i movimenti per la casa. Cinquanta persone che hanno partecipato alla protesta in piazza Venezia, fa sapere la Questura, "sono state fermate e denunciate per omesso preavviso, occupazione della pubblica via, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale".

 

 

Data ultima modifica 08 dicembre 2016 ore 20:51

Leggi tutto