Milano, omicidio a Chinatown: 32enne ucciso a colpi di pistola

I carabinieri sul luogo dell'omicidio (Fotogramma)
1' di lettura

L’uomo è stato trovato dalla moglie in via Paolo Sarpi con una ferita al torace. Inutile la corsa all’ospedale Niguarda, dove il giovane è morto poco dopo

Un uomo di 32 anni, di nazionalità cinese, è stato ucciso a colpi di pistola in via Paolo Sarpi, nel cuore della “Chinatown” milanese. Il giovane, trovato dalla moglie che stava rincasando, aveva una ferita d’arma da fuoco al torace. Sul posto sono accorse quattro volanti dei carabinieri e un'ambulanza. L’uomo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda dove è morto poco dopo.

 

Ipotesi omicidio – La vittima è stata colpita in un appartamento al primo piano di una palazzina di via Sarpi. È stata la moglie la prima a trovare l’uomo ferito al torace e ad avvisare il 118 e le forze dell’ordine. Il Nucleo investigativo, dopo i primi rilievi, ha rinvenuto sul luogo del delitto un bossolo e una pistola di piccolo calibro, ma non quella che ha fatto partire il colpo mortale. Questo aspetto farebbe quindi propendere gli investigatori per l’ipotesi dell'omicidio.

 

Le indagini – Gli investigatori hanno accertato che la vittima è un uomo di 32 anni, cinese, che era regolarmente residente in Italia. Fatale, secondo gli inquirenti, sarebbe stato un unico colpo di pistola al torace. Le indagini dovranno accertare il motivo della sparatoria: ancora non è chiaro se l'uomo avesse in casa una quantità di denaro tale da giustificare l'ipotesi di una rapina finita male. È il secondo episodio di violenza nel giro di pochi giorni a Milano, dopo l’agguato a un giovane dominicano in piazzale Loreto lo scorso 13 novembre.

Leggi tutto