Maltempo, due battelli si schiantano contro un ponte a Torino

1' di lettura

Mentre continua l'incubo maltempo tra Piemonte e Liguria, i carabinieri hanno diffuso un video che mostra l'incidente fra le due imbarcazioni a causa della corrente

Il maltempo continua a imperversare su Piemonte e Liguria. Dal capoluogo piemontese arriva un video, diffuso dai Carabinieri di Torino, di due battelli che hanno rotto gli ormeggi finendo contro il ponte Gran Madre (FOTO). Le imbarcazioni sono solitamente impiegate per i tour turistici sul Po. 

 

Lo scontro - Gli ormeggi dei battelli Valentino e Valentina si sono rotti questa mattina, intorno alle 8,25, a causa della forza dell'acqua. Le imbarcazioni, trasportate dalla corrente, sono finite si sono incastrate sotto le arcate del ponte della Gran Madre. L'impatto dei due veicoli è stato fragroroso e ha generato attimi di panico. Il ponte è rimasto chiuso per un'ora, per poi essere riaperto in tarda mattinata.

 

La situazione del maltempo - Si segnala inoltre un disperso nel Torinese, torrenti in piena tra le province di Asti e Alessandria, mentre il Po e i suoi affluenti hanno superato il livello di pericolo a Torino. L'ondata di maltempo che ha investito il Nord-Ovest ha fatto tornare l'incubo dell'alluvione del 1994. Il centro della Liguria è stato liberato dall'allerta di massimo livello, terminata alle 6, mentre è ancora valida quella sull'imperiese e sull'estremo ponente.

 

Il piano di Appendino - "Stiamo monitorando la situazione sul ponte di Piazza Vittorio, che nel frattempo è stato riaperto al traffico", ha dichiarato la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che si è recata di persona nel punto in cui i battelli sono stati trascinati dalla corrente del fiume contro il ponte. La prima cittadina ha visitato questa mattina la sala operativa della protezione civile piemontese con il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

 

Una delle due imbarcazioni trascinata dalla corrente - Nel tentativo di recupero, uno dei due barconi è scivolato a valle venendo trascinato dalla corrente (video qui sotto)

 

 

Leggi tutto