È tempo di Black Friday: offerte, rischi e nuove tendenze

1' di lettura

Piattaforme online e punti vendita tradizionali si danno battaglia con le promozioni del "venerdì nero". Gli sconti si spostano soprattutto sul web tra buone occasioni, novità, critiche e alcuni rischi

Venerdì nero e affari d'oro. È alle porte il Black Friday, l'appuntamento per chi è a caccia di sconti previsto venerdì 25 novembre. Nato negli Stati Uniti, si è allargato in tutto il mondo e, grazie all'accelerazione dell'e-commerce, sta cambiando le abitudini di acquisto.

 

Che cos'è il Black Friday – Il “venerdì nero” arriva il fine settimana successivo al giorno del Ringraziamento. Non è certo come sia stato inventato questo nome: secondo alcuni sarebbe nato a Filadelfia per indicare gli ingorghi della corsa all'acquisto. Secondo un'altra versione, invece, si riferirebbe all'effetto sul bilancio dei commercianti che, grazie alle promozioni, riuscivano a passare dal “rosso” delle perdite al nero. Il termine diventa popolare quando, il 29 novembre 1975, compare per la prima volta sul New York Times. In Europa la sua diffusione è invece molto più recente.

 

Gli acquisti online – Il Black Friday, nato e cresciuto nei punti vendita tradizionali, è stato portato anche nel mondo digitale, con numerose offerte. In più, le maggiori piattaforme di e-commerce hanno replicato il modello in altri appuntamenti. È nato ad esempio così il "Cyber Monday", il lunedì cibernetico riservato agli sconti in rete, con ribassi che durano 24 ore. La stessa logica che ha guidato Alibaba verso “la giornata dei single” (che si celebra l'11 novembre).

 

Le offerte – L'e-commerce consente di gestire le offerte in modo più elastico e flessibile. Le promozioni si moltiplicano su Zalando, Amazon ed eBay. Molte catene tradizionali rispondono con ribassi, nella maggior parte dei casi, tra il 20 e il 30%: è la scelta, ad esempio, del marchio d'abbigliamento H&M. Kiko, che vende cosmetici, regalerà tre prodotti ogni tre acquistati. Trony gioca invece sulle imposte: lo sconto sarà pari all'Iva (cioè il 22%).

 

Nuovi pagamenti – Gli appuntamenti come il Black Friday sono anche un'occasione per sperimentare i nuovi sistemi di pagamento. È il caso ad esempio di Satispay, servizio italiano di mobile payment che consente ai propri utenti di scambiarsi denaro attraverso un network alternativo alle carte di credito e di debito. Per il 25 novembre ha lanciato lo "Smart Black Friday", una promozione che rimborserà una percentuale tra il 30 e il 60% del prezzo di acquisto nei 4mila negozi aderenti a Satispay (diffuso soprattutto in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Puglia).

 

Attenzione alla sicurezza – Con la crescita del giro d'affari, aumentano anche i potenziali rischi. Gene Richardson, ex responsabile della sicurezza di Ibm, ha dato alcuni consigli per evitare brutte sorprese. Assicurarsi innanzitutto che il sito sia sicuro e non abboccare a link sospetti (pubblicità, domande, finti virus). Nome, indirizzo e numero di telefono sono i dati che potrebbero servire per concludere un acquisto: meglio non cedere ad altre richieste. Sarebbe inoltre preferibile acquistare online con una carta che non è legata direttamente al conto corrente ed è bene assicurarsi che sia attivo un servizio di alert per ogni acquisto compiuto sul web. Infine meglio utilizzare solo wi-fi chiusi o comunque sicuri e non usare la stessa password per servizi diversi.

 

Le critiche di Greenpeace – Ma c'è anche chi non condivide l'entusiasmo per il Black Friday: per Greenpeace la corsa all'acquisto è una scelta che “il pianeta non può sostenere”. Una ricerca della Ong sottolinea che il business degli abiti a basso costo ha moltiplicato la produzione e, di conseguenza, l'impatto sull'ambiente. 

Leggi tutto