Diede fuoco alla compagna incinta, condannato a 18 anni

1' di lettura

Paolo Pietropaolo è stato giudicato colpevole di tentato omicidio, stalking, tentato procurato aborto. Dovrà pagare un risarcimento provvisionale di 350mila euro

Tentato omicidio, stalking, tentato procurato aborto: il gup di Napoli Egle Pilla ha condannato a 18 anni Paolo Pietropaolo per aver dato fuoco, la mattina del primo febbraio scorso, all'ex compagna Carla Ilenia Caiazzo, all'epoca incinta. La bambina si era salvata ed era nata prematuramente dopo l'aggressione. La 38enne di Pozzuoli non era in aula al momento della lettura del dispositivo al Tribunale di Napoli. La Procura aveva chiesto per l'imputato 15 anni.

 

L'uomo dovrà inoltre pagare 325mila euro complessivi di risarcimento a titolo di provvisionale alle parti civili: 250mila alla Caiazzo e 50mila alla bimba nata prematuramente dopo l'aggressione. Altri 25mila euro è la somma che dovrà versare all'Associazione "La Forza delle donne" che si è costituita parte civile.  L'imputato è stato condannato all'interdizione perpetua ai pubblici uffici. Il giudice ha disposto infine la sospensione della potestà genitoriale. 

Leggi tutto