Italiana morta in Brasile, ci sarebbe una sospettata

Pamela Canzonieri (ANSA)
1' di lettura

Secondo alcuni testimoni una donna, già interrogata, avrebbe litigato con la vittima nei giorni precedenti la sua scomparsa. Indaga anche la polizia di Ragusa

Proseguono le indagini sulla morte di Pamela Canzonieri, la ragazza italiana di 39 anni trovata senza vita in Brasile nel suo appartamento a Morro de Sao Paulo, nel quartiere Mangaba. La polizia locale ha interrogato una donna sospettata di averla uccisa: secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti le due avrebbero litigato qualche giorno prima della morte dell’italiana. Anche la polizia di Ragusa ha ascoltato alcuni amici della vittima per ricostruire i suoi rapporti personali in Brasile e trovare indizi utile alle indagini.

 

Le parole del padre – Intanto il padre di Pamela, Giovanni Canzonieri, ha rotto il silenzio della famiglia sulla vicenda per negare alcune accuse alla figlia: “Non faceva uso di sostanze stupefacenti, era una ragazza solare – ha detto l’uomo – perché infangare il suo nome?”. In attesa dell’autopsia sul cadavere, il consolato italiano avrebbe sconsigliato alla famiglia di intraprendere il lungo viaggio verso il Brasile per recuperare la salma. Dall’esame medico dovrebbe uscire un quadro più chiaro sulla causa della morte della donna.

 

Amante del Brasile – Pamela Canzonieri, originaria di Ragusa, era un’amante del Brasile: secondo il racconto degli amici, tornava nel Paese, che aveva già visitato spesso negli ultimi cinque anni, ogni volta che ne aveva l’occasione. Si manteneva lavorando come cameriera in un ristorante locale.

 

Leggi tutto