Milano, Sala: esercito nelle periferie. Morto 37enne ferito in agguato

1' di lettura

"Mi auguro che parte dei militari impegnati nel Giubileo vengano qua", dice il sindaco dopo la sparatoria in piazzale Loreto in cui è rimasto ferito a morte un cittadino dominicano

Uomini dell’esercito per presidiare le periferie di Milano. L’idea è al vaglio della giunta guidata da Sala, secondo quanto dichiarato dallo stesso primo cittadino, dopo l'agguato con colpi di pistola e coltellate in piazzale Loreto in cui era rimasto ferito gravemente un 37enne dominicano (non un 30enne come comunicato in un primo momento, ndr), deceduto nel pomeriggio di oggi.

 

"Auspico a Milano militari del Giubileo" - "Nessuno di noi ha mai negato" che nelle periferie della città - compresa quella di via Padova - "esiste un problema sicurezza. Obiettivamente più persone servono. Terminato il Giubileo io mi auguro, ed è questo il fronte su cui proverò a lavorare, che parte dei militari impiegati lì vengano qua. E' una via che sto considerando" ha detto Sala.

 

In merito alla recente sparatoria in piazzale Loreto al sindaco ha risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto se è preoccupato: "Sono preoccupato di tutto quello che succede a Milano. Diciamo che alcune comunità sudamericane si caratterizzano per livelli di violenza - ha concluso -. Da Loreto in su agiremo perché il tema della sicurezza è più vivo che da altre parti".

 

Rozza: "Esercito non è panacea di tutti i mali" - "I militari a Milano ci sono già, e ho personalmente chiesto un rafforzamento di uomini che arriverà appena terminato il Giubileo a Roma, ma non è la panacea di tutti i mali. Bastasse l'esercito saremmo tutti felici" ha spiegato anche l'assessore alla Sicurezza di Milano, Carmela Rozza.

Leggi tutto