Suicidio Tiziana, pm: archiviazione per 4 accusati di diffusione video

1' di lettura

La richiesta della procura di Napoli nei confronti delle persone querelate dalle 31enne che si è tolta la vita lo scorso settembre. Prosegue l'indagine per istigazione al suicidio

Archiviazione per le quattro persone querelate da Tiziana Cantone, la 31enne di Napoli che si è suicidata lo scorso settembre per la diffusione su Internet di alcuni suoi video hard. Questa la richiesta dela procura di Napoli sulla quale dovrà pronunciarsi il gip. 

 

I quattro erano stati querelati da Tiziana - I quattro erano stati querelati dalla vittima, in quanto riteneva che fossero i responsabili della 'distribuzione' dei filmati da lei dati loro in visione via Whatsapp. In una dichiarazione in un interrogatorio successivo alla denuncia, la 31enne confermava di aver inviato lei stessa i video ai ragazzi e di non essere sicura che fossero stati loro a diffonderli sui siti internet.

 

L'inchiesta per istigazione al suicidio - Intanto sulla vicenda prosegue l'inchiesta su istigazione al suicidio dei magistrati di Napoli Nord, la cui sede è ad Aversa (Caserta) ed è competente per il territorio di Mugnano.

Leggi tutto