Terrorismo, istigava figlio piccolo alla jihad: un arresto a Brescia

Foto di archivio
1' di lettura

In carcere un 22enne di nazionalità  kosovara. Secondo l’accusa avrebbe avviato, attraverso internet, il figlio di pochi anni a un percorso di radicalizzazione islamica

La Polizia di Stato di Brescia ha eseguito una misura cautelare in carcere nei confronti di un cittadino di nazionalità kosovara. L'operazione "Tut Elimi" (tradotto "prendi la mia mano") è stata condotta dai poliziotti della Digos nell'ambito di un procedimento penale in cui si ipotizzano i reati di apologia dei delitti di terrorismo e istigazione a commettere atti di terrorismo, con l'aggravante dell'uso di strumenti informatici. Sono in corso perquisizioni finalizzate alla prevenzione e contrasto al fenomeno del terrorismo internazionale di matrice islamica.

 

L’uomo arrestato è un kosovaro di 22 anni. Secondo l'accusa mossa dalla procura bresciana il giovane attraverso internet avrebbe avviato a un percorso di radicalizzazione islamica il figlio di pochi anni.

 

Leggi tutto