Sisma, sindaco di Ussita: "Scossa inaudita, situazione apocalittica"

1' di lettura

"Il nostro paese è finito", ha detto Marco Rinaldi, primo cittadino di uno dei comuni più colpiti dal terremoto. "Sono crollate parecchie case - ha aggiunto - ma sono fiducioso sul fatto che non ci siano vittime". VIDEOFOTO

“L’ultima scossa è stata terribile, lunga e di una violenza inaudita. Il più forte terremoto della mia vita. È una situazione apocalittica”. È questo il racconto di Marco Rinaldi, sindaco di Ussita. Il comune è uno dei più colpiti dal sisma che ha fatto tremare il Centro Italia nella serata di mercoledì 26 ottobre. Due le scosse più forti: una alle 19.11 di magnitudo 5.4 e un'altra, di magnitudo 5.9, alle 21.18.

“Sono crollate parecchie case. Il nostro paese è finito”, ha aggiunto il sindaco. Rinaldi ha raccontato a Sky TG24 che “è crollata la facciata di una chiesa” e che si è “spaccato il terreno”. Il primo cittadino si è detto “fiducioso” sul fatto che non ci siano vittime perché al momento della seconda scossa, quella più forte, la gente era già in strada.

Leggi tutto