Terremoto nel centro Italia, sismologo Ingv: “Replica del 24 agosto"

1' di lettura

Gianluca Valensise, dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, spiega che “a distanza di due mesi dalla precedente scossa è normale registrare nuovi eventi”

“Si tratta di una replica del sisma del 24 agosto: statisticamente, a due mesi dal terremoto che ha colpito il centro Italia, è possibile rilevare scosse così forti”. Lo ha detto il sismologo dell’Ingv, Gianluca Valensise, a Sky Tg24. “Purtroppo abbiamo già esempi di questo tipo: nel terremoto del 1997 passarono sei mesi prima che terminassero le repliche – ha continuato l’esperto – in questo momento non sappiamo se si tratti della stessa faglia o di una nuova, però non è rilevante al momento”.

 

Non sarà l'ultima scossa - La scossa del 26 ottobre? “I sistemi hanno rilevato una profondità di 9/10km, ma è normale per i fenomeni che investono la catena montuosa degli appennini. Un terremoto di questo tipo viene avvertito ad una distanza maggiore" ha spiegato Valensise.

Dopo l’evento con epicentro nel maceratese, si temono nuove scosse di assestamento: “Con un grado del 5,4 della scala Richter, ci saranno nuovo repliche”

 

 

 

SEGUI LA DIRETTA DI SKYTG24 - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI NEL LIVEBLOG

 

 

 

Leggi tutto