Barricate in strada contro l'arrivo di profughi nel Ferrarese

(Foto d'archivio)
1' di lettura

A scatenare le proteste di alcuni abitanti di Goro e Gorino è stata la decisione del prefetto di Ferrara, Michele Tortora, di requisire un ostello per alloggiare 20 persone

Diversi cittadini di Goro e Gorino Ferrarese sono scesi in piazza nella sera di lunedì 24 ottobre per protestare contro la decisione del prefetto di Ferrara, Michele Tortora, di requisire un ostello per farvi alloggiare 20 profughi. Gli abitanti della zona hanno costruito delle piccole barricate, bloccando le strade, per impedire il passaggio del pullman con i migranti scortato dalle forze dell'ordine.

 

La decisione della Prefettura - "Il provvedimento ha carattere eccezionale e straordinario, per fronteggiare la necessità di accoglienza di un gruppo di migranti assegnato alla provincia di Ferrara, tenuto conto della intervenuta saturazione delle strutture di accoglienza già funzionanti e dalla mancanza di ulteriori disponibilità sul mercato". Queste le spiegazioni fornite dal prefetto Michele Tortora che ha lanciato un "appello ad amministrazioni pubbliche, associazioni di volontariato e strutture ecclesiastiche affinché offrano ogni collaborazione per rivenire soluzioni ricettive e dare risposta alle ulteriori esigenze di accoglienza che con ogni verosimiglianza si proporranno a breve".
 

Data ultima modifica 24 ottobre 2016 ore 22:46

Leggi tutto