Morta dopo aborto, ispettori in ospedale: nessun rilievo su emergenza

Una veduta esterna dell'ospedale Cannizzaro di Catania in una foto di archivio
1' di lettura

La donna, 32 anni, è deceduta alla 19/a settimana di gravidanza dopo aver perso i due gemelli che aspettava. Indagati 12 medici

Nessun rilievo su come è stata affrontata l'emergenza dai medici del reparto di ostetricia e ginecologia è emerso dall'ispezione disposta, nell'ospedale Cannizzaro di Catania, dal ministero della Salute per la morte di Valentina Milluzzo, la donna di 32 anni alla diciannovesima settimana di gravidanza che ha perso, con due aborti, i due gemelli che aspettava. Per avere però un quadro completo bisognerà attendere lunedì prossimo, quando dovrebbe essere pronta la relazione finale.

 

Dodici medici indagati – Intanto proseguono le indagini della magistratura. L'incarico per l'autopsia della donna sarà conferito dalla procura di Catania martedì prossimo, ad un collegio di consulenti nominati tra esperti di alto livello provenienti da altre regioni. Lo stesso giorno è previsto sia eseguito l'esame medico legale nell'obitorio dell'ospedale Cannizzaro. Vi parteciperanno anche consulenti nominati dai 12 medici indagati, come atto dovuto, per omicidio colposo plurimo, e quelli delle parti lese.

 

Aumenta il numero dei medici obiettori

Leggi tutto