Prime azioni disciplinari per due medici anti-vaccini

1' di lettura

I procedimenti sono stati aperti a Firenze e Treviso, mentre un terzo caso è sotto esame a Venezia.  I due camici bianchi "hanno sostenuto la posizione, antiscientifica, della pericolosità delle vaccinazioni", spiega il presidente dell'Ordine Luigi Conte

 

Prime azioni disciplinari contro i medici "anti-vaccini": sono infatti almeno due, a Firenze e Treviso, al momento, i camici bianchi nei cui confronti sono stati aperti dei procedimenti disciplinari da parte dell’Ordine dei medici. E un terzo caso è sotto esame a Venezia.

 

Le misure arrivano dopo che, lo scorso luglio, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), ha varato un documento in cui si afferma che i professionisti che sconsigliano i vaccini vanno incontro a misure disciplinari fino alla radiazione. A renderlo noto il segretario Fnomceo Luigi Conte che spiega: "Ad oggi ci risulta l'apertura ufficiale di due procedimenti disciplinari, ma ci vorranno alcuni mesi perchè si arrivi alla decisione finale. Altri Ordini italiani potrebbero aver aperto procedimenti di cui non è stata data comunicazione". I medici in questione, rileva, "hanno sostenuto la posizione, antiscientifica, della pericolosita' dei vaccini".

 

Plaude all'iniziativa il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Walter Ricciardi: "Valuto positivamente e supporto le azioni degli Ordini che anticipano in modo encomiabile una linea che sarà formalizzata nel prossimo Piano nazionale vaccini, ormai in dirittura d'arrivo". Infatti, precisa il presidente Iss, "dopo adeguata formazione e informazione, si prevede che per i medici recidici di aver sconsigliato le vaccinazioni verra' richiesto il deferimento all'Ordine".

 

Leggi tutto