Urbino, due morti per monossido di carbonio

1' di lettura

Coinvolta anche un’anziana signora che ha perso i sensi. A provocare l'incidente mortale, probabilmente la fuga di gas da una caldaia

Due persone sono state trovate morte nella loro abitazione in via delle Stallacce a Urbino, in pieno centro storico. Si tratta di un belga di 47 anni e di una donna del posto di 50, ritrovati in camera da letto. Una terza persona, un’anziana che abita al piano superiore, è stata invece trasportata in ospedale perché priva di sensi. La causa delle due morti sarebbe una fuga di monossido di carbonio.

 

I soccorsi - L’allarme era scattato in mattinata quando i vigili del fuoco erano stati allertati perché l’anziana signora non rispondeva al citofono. Dopo averla soccorsa i pompieri hanno cercato la causa della perdita di gas e, capito che arrivava dall’appartamento al piano di sotto, hanno sfondato la porta e trovato i due senza vita. Secondo le prime indagini le esalazioni letali si sarebbero sprigionate da una caldaia.

Leggi tutto