Italiani all'estero: oltre 100mila espatriati nel 2015

1' di lettura

Il rapporto presentato dalla Fondazione Migrantes sottolinea che ad aver fatto le valigie sono soprattutto i giovani tra i 18 e i 34 anni. La Germania è la prima scelta. MAPPA INTERATTIVA

Sempre più italiani, soprattutto giovani, lasciano il Paese per trasferirsi all'estero. E' quanto emerge dal rapporto "Italiani nel mondo 2016" presentato a Roma dalla Fondazione Migrantes. Nel 2015 i connazionali espatriati sono stati 107.529. Rispetto all'anno precedente, a iscriversi all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (Aire) sono state 6.232 persone in più per un incremento del 6,2% (guarda l'infografica e la mappa interattiva). A fare le valigie sono soprattutto i ragazzi tra i 18 e i 34 anni (39.410, il 36,7%).

 

Giovani e uomini -  L'analisi per classi di età mostra infatti che la fascia 18-34 anni è la più rappresentata seguita dai 35-49 anni (25,8%). I minori  sono il 20,7% (di cui 13.807 mila hanno meno di 10 anni) mentre il 6,2% ha più di 65 anni (di questi 637 hanno più di 85 anni e 1.999 sono tra i 75 e gli 84 anni). I maschi espatriati sono oltre 60 mila (56,1%), i celibi e le nubili il 60,2%. 

 

 

Germania prima scelta – La meta preferita è la Germania (16.568), a seguire, con una minima differenza, il Regno Unito (16.503) e poi, più distaccate la Svizzera (11.441) e la Francia (10.728). In calo le partenze per l'America meridionale (-14,9% in un anno), mentre rimangono stabili quelle per l'America centro-settentrionale; sono circa 352 connazionali hanno scelto le altre aree continentali.

Le principali regioni di emigrazione, invece, sono Lombardia (20.088) e Veneto (10.374), poi Sicilia (9.823), Lazio  (8.436), Piemonte (8.199) ed Emilia Romagna (7.644). 

 

Mattarella: migranti italiani impoverimento non libera scelta – “Il quadro che emerge dal lavoro dei ricercatori è di grande interesse”, scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato a mons. Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopale Italiana. E aggiunge: “Il fenomeno degli italiani migranti rappresenta talvolta un segno di impoverimento piuttosto che una libera scelta ispirata alla circolazione dei saperi e delle esperienze".

 

 

 

Italiani nel mondo: la mappa interattiva 

 

 

Leggi tutto