Mps, gli ex vertici rinviati a giudizio a Milano

1' di lettura

Il 15 dicembre la prima udienza del processo che vedrà imputate 16 persone, tra cui Gianluca Baldassarri, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni. A giudizio anche Nomura e Deutsche Bank

Il Gup di Milano, Livio Cristofano, ha  rinviato a giudizio tutti i 16 indagati per il caso Mps. Tra questi gli ex vertici dell’istituto senese Gianluca Baldassarri, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni. In qualità di enti sono stati mandati a processo anche Nomura International Plc, Deutsche Bank AG e la sua filiale londinese, insieme ad alcuni dipendenti.  

Le accuse - Gli imputati dovranno rispondere, a vario titolo, delle accuse di falso in bilancio, aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza. E’ stata invece esclusa l’aggravante della transnazionalità. Al centro dell’indagine ci sono presunte irregolarità nell’ambito delle operazioni sui derivati Santorini e Alexandri, sul prestito Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico.

Prima udienza a dicembre - Il processo si terrà davanti alla seconda sezione penale del tribunale di Milano: la prima udienza è fissata per il 15 dicembre. “Non abbiamo nulla da aggiungere, ci difenderemo in tribunale” è stato il commento di Deutsche Bank.

Leggi tutto