Sequestrati a clan camorrista 2 quadri di Van Gogh rubati ad Amsterdam

1' di lettura

Le opere, di un valore stimato di 100 milioni di dollari, erano state trafugate dal museo intitolato al pittore olandese nel 2002

Rubati da un museo di Amsterdam nel 2002 e finiti nelle mani dei camorristi. Due quadri di Van Gogh, valore stimato 100 milioni di dollari, sono stati sequestrati nel napoletano dalla Guardia di Finanza (FOTO) a una cosca accusata di traffico internazionale di cocaina. Le due opere, "La chiesa riformata di Neunen" e "Vista dalla  spiaggia di Scheveningen", sono state sequestrate nell'ambito di un'operazione da diverse decine di milioni di euro. I quadri erano tra le opere d'arte più ricercate al mondo, inserite nella 'top ten art crimes' dell'Fbi.

 

Il ritrovamento in un casolare - Avvolti in un panno di cotone e custoditi in un casolare nel comune di Castellammare di Stabia, i quadri sono stati ritrovati grazie alle rivelazioni dell'ex narcotrafficante pentito Mario Caerrone. Le opere, secondo gli inquirenti, erano in mano a Raffaele Imperiale, boss di un gruppo di narcos legato al clna Amato Pagano. Sequestrati anche 49 immobili tra Lazio e Campania, natanti, un aereo, e 88 conti correnti.

 

Il furto nel 2002 - Il furto dei due dipinti era avvenuto l'8 dicembre 2002 tra le 6 e le 8 del mattino dal museo di Amsterdam intitolato al maestro olandese. Le due tele, dipinte a olio e che non erano nemmeno coperte da assicurazioni, sono di piccole dimensioni: quella che raffigura la spiaggia misura 34 centimetri per 51, quella che rappresenta la chiesa 41 centimetri per 32.

 

Il direttore del museo Van Gogh: "Un sogno" - "Questa è veramente una giornata emozionante. Siamo contentissimi che i quadri siano stati ritrovati. Per noi è un sogno averli ritrovato e poterli portare a casa. Siamo immensamente grati all'Italia" ha commentato Axel Ruger, direttore del museo Vincent van Gogh di Amsterdam, arrivato per l'occasione a Napoli.

Leggi tutto