Sciopero treni: stop del personale fino alle 21 di venerdì

1' di lettura

I dipendenti di Trenitalia, Ntv e Trenord protestano per i problemi nel rinnovo del contratto nazionale. Le Frecce viaggiano regolarmente, a rischio soprattutto Intercity e regionali

Ventiquattro ore di sciopero dei treni: da giovedì 29 settembre alle 21 fino alle 21 di venerdì 30, i dipendenti di Trenitalia, Trenord e Ntv (la compagnia dei treni Italo) incrociano le braccia.

 

Lo sciopero è stato indetto dai sindacati autonomi Cat, Cub e Sgb nell’ambito delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Ciascuna compagnia ha diffuso comunicazioni sulle modifiche alla circolazione dei propri treni.

 

Frecce Trenitalia circolano regolarmente - Trenitalia ha reso noto che circoleranno regolarmente le Frecce. Sarà anche assicurato il collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino con il 'Leonardo Express'. Saranno inoltre garantiti i convogli elencati nell'apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero. Per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21.   Alcuni Intercity e alcuni regionali che non rientrano tra quelli "garantiti"  potranno essere cancellati o limitati nel percorso. Anche sul sito di Italo è stata pubblicata una lista dettagliata dei treni che viaggeranno.

 

Trenord: a rischio navetta per Malpensa - Trenord ha fatto sapere che nella giornata di giovedì 29 saranno garantiti i treni che partono prima delle 21 e arrivano a destinazione finale entro le ore 22, mentre venerdì 30 sono previste le consuete fasce di garanzia – dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 – in cui circoleranno i treni inseriti nella lista dei servizi minimi garantiti. Potrà essere coinvolto dallo sciopero anche il treno che collega Milano con l’aeroporto di Malpensa: le corse non effettuate saranno sostituite con autobus.

 

Leggi tutto