Il Papa ai sindaci delle zone colpite dal terremoto: "Verrò presto"

Papa Francesco (Getty)
1' di lettura

Il pontefice ha confermato che visiterà i paesi devastati dal sisma del 24 agosto. “Non l’ho fatto finora per non intralciare le operazioni di soccorso”. Intanto nella scuola media di Acquasanta Terme sono stati rubati tutti i pc. LO SPECIALE

Papa Francesco ha confermato che andrà nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto. “Non l'ho fatto finora per non intralciare le operazioni di soccorso”, ha detto il pontefice ma parlando a una delegazione di sindaci dei paesi devastati dal sisma ha promesso che visiterà presto le aree interessate.

 

Durante l'udienza generale in piazza San Pietro era presente un migliaio di fedeli della diocesi di Ascoli Piceno. "Anche voi avete sofferto", ha detto il Papa che poi ha benedetto il gruppo e baciato la piccola Speranza, la bambina di un mese salvata dalle macerie ad Arquata e battezzata domenica scorsa.

 

Rubati i pc nella scuola media di Acquasanta – Dalle zone colpite al sisma arriva però anche una vicenda di cronaca. Dalla nuova scuola media 'Nicola Amici' di Acquasanta Terme (Ascoli Piceno), inaugurata il 14 settembre, sono stati rubati tutti i pc. A darne notizia è il sindaco Sante Stangoni: "Sono indignato da questo atto di sciacallaggio infame. Noi stiamo lottando per non far morire il paese, ci giochiamo tutto ogni giorno, e in Italia c'è gente così, che non ha vergogna”.

 

Presto dissequestro metà edifici Amatrice e Accumoli - La procura di Rieti intanto ha annunciato che si appresta a rimuovere i sigilli a circa il 50 per cento dei 68 edifici, tra pubblici e privati, sequestrati nell'ambito dell'inchiesta sul sisma di Amatrice e Accumoli.

Leggi tutto