Studente italiano trovato morto a Parigi

(Foto d'archivio)
1' di lettura

Inizialmente si era pensato che il ragazzo fosse stato aggredito. Si sarebbe invece tolto la vita. La Procura della Repubblica di Campobasso ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di istigazione al suicidio

Uno studente molisano, Ciro Ciocca, 20 anni, è morto a Parigi. Inizialmente si pensava fosse stato accoltellato. Si tratterebbe invece di un suicidio e non di omicidio. Lo scrive l'Ansa, che cita "fonti informate".

Lo studente era partito da Riccia  (Campobasso), per l'Erasmus. Frequentava la facoltà di agraria a Portici (Napoli).

Le prime ipotesi facevano riferimento a un tentativo di furto, da parte di uno o più malviventi. Il presunto accoltellamento, secondo le agenzie di stampa, sarebbe avvenuto tra venerdì 2 e sabato 3 settembre. Lo studente italiano è morto cinque giorno dopo il suo ricovero in ospedale.

 

La Procura della Repubblica di Campobasso ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di istigazione al suicidio. Non si è ancora appreso infatti, se le ferite siano state provocate dallo stesso Ciocca con un gesto volontario o accidentalmente. 

Data ultima modifica 08 settembre 2016 ore 16:14

Leggi tutto