Sisma, Errani ad Arquata del Tronto. Ad Amatrice vietato uso acqua

1' di lettura

Il commissario straordinario nelle Marche: "Dobbiamo rispettare l'identità di questi luoghi". Clima meno rigido del solito nelle zone colpite dal sisma, ma domani è previsto l'arrivo di una perturbazione.  SPECIALE - FOTO - VIDEO

"Dobbiamo rispettare l'identità di questi luoghi". E' la promessa e l'ausipcio di Vasco Errani, commissario straordinario per il terremoto, giunto oggi ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), uno dei paesi più colpiti dal sisma del 24 agosto (SPECIALE - FOTO - VIDEO). 
"Ogni soluzione come le casette - ha aggiunto Errani - è temporanea per gestire la ricostruzione. Qui nelle Marche abbiamo aree di pregio, il Parco dei Sibillini, un'economia da rilanciare, la qualità e la bellezza di questi luoghi".

Curcio: "Via dalle tendopoli il prima possibile" -  Il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, al termine della riunione con i vertici della Regione Marche, con il commissario Vasco Errani, e con i sindaci dei comuni del cratere marchigiano ha sottolineato invece l'urgenza di chiudere le tendopoli al più presto. "Dobbiamo chiudere le aree attendate il prima possibile, già dalla prossima settimana il meteo cambierà, il clima rischia di diventare più rigido, dobbiamo spostare subito le categorie di persone più fragili". 

Vietato uso dell'acqua ad Amatrice - Intanto ad Amatrice il sindaco Sergio Pirozzi ha vietato con un'ordinanza l'uso dell'acqua. Alla società Sogea è stato disposto di effettuare tempestivamente tutte le operazioni necessarie per il ripristino della potabilità dell'acqua.
Il primo cittadino di Amatrice ha inoltre sollecitato controlli sulle domande per chiedere il cambio di residenza: negli ultimi giorni infatti ce ne sarebbero state una decina, fatte probabilmente per avere accesso ai fondi.

 

Leggi tutto