Amatrice, sindaco: "Avviso di garanzia? Merito l'Oscar". Poi le scuse

1' di lettura

Prosegue l'inchiesta sugli edifici pubblici. Dodicimila le pagine sugli appalti già acquisite dagli inquirenti. Si attende di recuperare altro materiale da sotto le macerie

Appalti e autorizzazioni. Da qui prende spunto l'inchiesta della Procura di Rieti avviata dopo il sisma e ancora senza indagati. Perché prima ancora di accertare le responsabilità, bisognerà trovare le carte. Molte delle quali sepolte sotto le macerie del terremoto ad Amatrice, Accumoli e negli altri paesi colpiti del Reatino (Foto - Video - Speciale). 

 

Carte sotto le macerie – Sono dodicimila le pagine sugli appalti già acquisite dagli inquirenti. L'inchiesta dei quattro pm coordinati dal procuratore capo Giuseppe Saieva punta infatti in modo inevitabile sulle gare per la ristrutturazione degli edifici.

 

 

Pirozzi: avviso di garanzia? Merito l'Oscar - Interpellato sulle possibili responsabilità della sua amministrazione sui lavori alla scuola Capranica, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, risponde senza alcuna difficoltà: "Non vede come sono sereno? Posso andare dal magistrato domani. Parlo per quattro ore e si sgonfia tutto. Poi mi arricchirò con le querele" dice a Repubblica. "A me - dice, difendendo il suo operato - devono dare l'Oscar, altroché contestazioni". Poi le scuse per la battuta, ai microfoni di Sky TG24

 

 

 

Allargare le indagini - La Guardia di Finanza, intanto, agisce anche su mandato dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), il cui presidente Raffaele Cantone ha dichiarato che le verifiche riguarderanno pure altri edifici di Amatrice oltre alla scuola 'Capranica'. "Chiederemo di allargare le indagini", ha affermato. Per quanto riguarda l'istituto collassato si tratta di capire se sia stato fatto o meno l'adeguamento antisismico.

 

Visita del ministro Giannini - E, a proposito della scuola simbolo del sisma del 24 agosto, il ministro Giannini ha visitato oggi l’area del cratere. "Siamo qui per lavorare e per renderci conto della situazione" ha detto. Grande attenzione, ha aggiunto, verrà data alla parte formativa sia per gli insegnanti sia per i bambini. "E' fondamentale - ha precisato - anche per affrontare lo sciame sismico ancora in corso". A salutare la titolare del dicastero dell'Istruzione, a nome di tutti i bimbi presenti nel parco giochi, il piccolo Daniel. "Si è distrutta la scuola, soprattutto l'asilo. Ciao", ha detto rivolgendosi al ministro.

 

Data ultima modifica 01 settembre 2016 ore 18:45

Leggi tutto