Terremoto: nuova scossa di 4.4 e crolli nella scuola di Amatrice

1' di lettura

Notte tranquilla nelle tendopoli, oggi la messa del vescovo tra gli sfollati di Arquata del Tronto. Sono 290 i morti e 388 i feriti. Ieri le esequie solenni ad Ascoli. Il Papa: "Verrò presto a trovarvi". FOTO - VIDEO - DIRETTA

 

La terra continua a tremare. Le più forti si sono registrate alle 17.55, con magnitudo 4.4, e alle 15.07, di 3.7. Quest'ultima, poi, ha provocato nuovi crolli nella scuola di Amatrice, ristrutturata di recente e fortemente danneggiata dal sisma. L’Ingv ha registrato nella notte più di 20 scosse di assestamento, di magnitudo compresa tra 2.0 e 2.7. 

 

Messa domenicale nella tendopoli - Il giorno dopo i funerali di 35 delle vittime marchigiane nella palestra di Ascoli Piceno, la vita per i circa 2.500 sfollati del terremoto del 24 agosto va avanti tra difficoltà e speranze (FOTO - VIDEO).  Oggi ad Amatrice e Accumoli è arrivata la presidente della Camera Laura Boldrini mentre il vescovo di Ascoli Piceno don Giovanni d'Ercole ha celebrato la messa domenicale nelle tendopoli di Arquata del Tronto, nelle Marche. (fotogallery) Il Papa, durante l'Angelus della domenica, ha promesso: "Verrò presto a trovarvi". (VIDEO)


290 morti, 388 feriti - Sono 290 e non 291 le vittime accertate ufficialmente. A comunicarlo il Dipartimento della Protezione civile, chiarendo che la rettifica è della Prefettura di Rieti, che ha fissato il bilancio ufficiale delle vittime nel Reatino a 240, di cui 229 ad Amatrice e 11 ad Accumoli. Resta invece di 50 vittime il bilancio di Arquata del Tronto e di Pescara del Tronto, nelle Marche. I feriti, invece, sono 388. 

Individuati 3 corpi tra le macerie dell'Hotel Roma - Ad Amatrice, nel Reatino, città simbolo del sisma con oltre 200 morti, restano ancora 14 persone da identificare, per cinque delle quali sarà necessario l'esame del Dna. Nella cittadina si scava ancora, ormai più per recuperare eventuali corpi sotto le macerie che nella speranza di trovare qualcuno ancora vivo. Tre corpi sarebbero stati individuati sotto le macerie dell'Hotel Roma, in un punto difficile da raggiungere per i soccorritori al lavoro.

 


Le inchieste di Rieti e Ascoli
- Aperta un'inchiesta anche dalla procura di Ascoli, dopo quella dei colleghi di Rieti. Nella giornata di domenica sono previsti altri accertamenti sulla scuola di Amatrice che era stata ristrutturata nel 2012 e che è quasi completamente crollata. Si indaga sui materiali utilizzati e sulle procedure dei collaudi effettuati sull'edificio.   





Mattarella: “Non vi lasceremo soli”
- Ieri ai funerali ad Ascoli hanno assistito il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il capo dello Stato Sergio Mattarella, il quale ha anche visitato Amatrice e Accumoli, epicentro del sisma. "Non vi lasceremo soli", ha detto il presidente della Repubblica agli sfollati nella tendopoli della cittadina reatina e ai parenti delle vittime nelle Marche. Mattarella ad Ascoli ha regalato una bambola a Giorgia, che in ospedale ha compiuto 4 anni.

 

Renzi: “Diteci cos’è meglio per voi” - "Diteci cosa è meglio per voi, non possiamo decidere tutto da Roma", ha dichiarato Renzi. "E' necessario prevenire per fare in modo che cose del genere non si ripetano più", ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso, anch'egli in visita alle tendopoli, a proposito delle negligenze nella costruzione degli edifici pubblici.



LA DIRETTA DI SKY TG24
 

Leggi tutto