Trieste, scontro frontale tra due tram: otto feriti

1' di lettura

Incerte le cause della collisione, aperta un'inchiesta interna. Le persone coinvolte sono state medicate sul posto

Sarà un'inchiesta aziendale sul sistema di controllo ad accertare le cause all'origine dello scontro frontale avvenuto tra due tram che collegano Trieste a Opicina e che ha causato il ferimento, non grave, di otto persone tra le quali i due conducenti.
Oltre alle cure mediche prestate immediatamente dal personale del 118, sul posto hanno lavorato per ore anche i Vigili del fuoco, costretti a operare in un tratto di forte pendenza. Proprio il percorso impervio, d'altra parte, ha contribuito a rendere meno gravi gli effetti dello scontro. In quel tratto, infatti, i tram viaggiano a velocità molto bassa.  

La ricostruzione
- L'inchiesta avviata dall'azienda Trieste Trasporti, secondo quanto comunicato dai responsabili, punta ad "accertare il più rapidamente possibile cosa non abbia funzionato nel sistema di controllo". Secondo la ricostruzione ufficiale, la vettura che stava procedendo in salita ha fatto transitare regolarmente il tram in servizio in discesa all'altezza di una fermata e ha poi impegnato il binario, procedendo a velocità moderata verso Opicina. All'altezza della prima curva è giunto nel senso opposto un altro tram "che stava scendendo verso città effettuando una corsa di prova come quarta vettura lungo la linea", scontrandosi quindi frontalmente.

Sotto accusa il sistema di controllo - Il sistema di controllo adottato da Trieste Trasporti, secondo il regolamento, prevede l'obbligo della segnalazione dei passaggi via radio in presenza di una quarta vettura in linea. L'inchiesta punta quindi a chiarire cosa non ha funzionato in questo sistema di controllo. A seguito dell'incidente il servizio di tram è stato sospeso e i collegamenti sono garantiti da un servizio bus sostitutivo.

Il sindaco: incidente inaccettabile - Per il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, "l'incidente di questa mattina è inammissibile e inaccettabile. Sulla linea, in questi anni, sono stati investiti decine di milioni di euro per il suo efficientamento, un incidente di questo tipo non può e non deve accadere", ha aggiunto il sindaco sollecitando accertamenti sulle responsabilità.


Linea storica - La linea di tram Trieste-Opicina rappresenta un simbolo della Trieste asburgica. Fu infatti inaugurata nel 1902 e da allora continua a collegare il centro del capoluogo con l'altopiano carsico. E' inoltre l'unica linea in Europa ad avere, per un tratto di poco meno di un chilometro, una pendenza che raggiunge il 26%. Per questo le carrozze sono trainate e frenate da carri-scudo attraverso un complesso impianto funicolare.  

Leggi tutto