Il Papa e l’Angelus per le donne: prego per quelle che soffrono

1' di lettura

Bergoglio rivolge il suo pensiero a coloro che sono costrette "ad arrendersi nel corpo e nello spirito alla cupidigia degli uomini"

All'Angelus dell'Assunta, papa Francesco ha rivolto il suo pensiero "alle donne sopraffatte dal peso della vita e dal dramma della violenza, alle donne schiave della prepotenza dei potenti, alle bambine costrette a lavori disumani, alle donne obbligate ad arrendersi nel corpo e nello spirito alla cupidigia degli uomini". "Possa giungere quanto prima per loro - ha affermato - l'inizio di una vita di pace, di giustizia, di amore", in attesa del giorno in cui finalmente "si sentiranno afferrate da mani che non le umiliano, ma con tenerezza le sollevano e le conducono sulla strada della vita, fino al cielo". 

Bergoglio dedica l'Angelus alle donne - Questo il senso che Bergoglio ha voluto dare alla solennità dell'Assunzione della vergine al cielo, perché "Maria ha sofferto tanto nella strada della vita - ha detto -: ci fa pensare a queste donne che soffrono tanto. Chiediamo al Signore che lui stesso le porti per le mani sulla strada della vita e le liberi di queste schiavitù".

 

 

Papa: pace in Congo - Dopo la recita dell'Angelus, il pensiero del Papa è andato "agli abitanti del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo, recentemente colpiti da nuovi massacri". "Ottenga Maria per tutti sentimenti di comprensione e desiderio di pace e concordia!" ha aggiunto.

Leggi tutto