Innalzata allerta nei porti: aumentati controlli su persone e veicoli

1' di lettura

Esami più approfonditi anche su traghetti e navi da crociera con il numero di persone controllate praticamente raddoppiato

Sono iniziati oggi i controlli più stringenti nei porti italiani: il livello di allerta è passato da 1 a 2, su un massimo di 3, per monitorare gli spostamenti di eventuali foreign fighters.

Più controlli vuol dire anche il rischio di file più lunghe agli imbarchi, proprio nei giorni di maggiori spostamenti a ridosso di Ferragosto.

 

“L’intensificazione dei controlli sia sui bagagli che sui passeggeri" al porto di Civitavecchia (Roma) in conseguenza del richiesto innalzamento del livello di sicurezza, "ma senza disagi per nessuno” ha spiegato a SkyTg24 l’ammiraglio Giuseppe Tarzia.

 

Tutto avviene "nell'ordinato svolgimento dei traffici, senza ritardare la partenza delle navi, ha aggiunto Tarzia. I controlli sono stati intensificati, ma non ci sono disagi per nessuno".

Si tratta in particolare di operazioni di identificazione compiute dalla polizia di frontiera, secondo quanto riferito dal comandante.

 

 

Nei porti italiani si alza l’allerta terrorismo: lo SkyWall



 

 

Venezia, aumentano i controlli al porto passeggeri

 

 

La situazione a Genova

 

 

Leggi tutto