Ferragosto: tutto esaurito al mare e record di prenotazioni online

1' di lettura

Il periodo che va dal 13 al 21 agosto è il più caldo della stagione, quello in cui i vacanzieri sono disposti a spendere di più; in media 444 euro per una famiglia di 4 persone (due adulti e due bambini)

Sulle spiagge italiane sarà un Ferragosto sold out, migliore anche del 2015, l'anno del grande ritorno dei turisti sotto l'ombrellone. Nove giorni da record dal 13 al 21 agosto, e crescono al galoppo le prenotazioni on line, soprattutto dall'estero. Lo afferma un'indagine della Cna, dalla quale si evince che una famiglia di quattro persone (due adulti e due bambini) spenderà mediamente 444 euro. 

9 giorni record - Il periodo che va dal 13 al 21 agosto è il più caldo della stagione, quello in cui i vacanzieri sono disposti a spendere di più, quello che orienta i conti dell'intero anno. Si va dal 98% di posti prenotati in Liguria e Sardegna al 95% di Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sicilia e Toscana; dal 90% di Campania e Veneto all'85% di Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche e Molise. 

La classifica – A guidare la classifica degli incrementi rispetto al 2015 il Friuli Venezia Giulia e il Veneto (+15 per cento). Toccano il +8 per cento Basilicata, Liguria, Puglia e Sardegna. Registrano il +5 per cento Campania, Emilia Romagna, Sicilia e Toscana. Al +3 per cento arriva il Lazio. Andamento stabile per Abruzzo, Calabria, Marche e Molise. 

Spesa media di 444 euro - Ma quanto spende per servizi, cibo e bevande una famiglia di quattro persone (genitori e due bambini) che sceglie le spiagge italiane a Ferragosto e dintorni? Calcoli alla mano, realizzati tenendo conto dei listini, nei nove giorni che registrano il picco di prenotazioni la spesa va da un minimo di 360 a un massimo di 495 euro, con una media di 444 euro. La spesa quotidiana per la famiglia tipo va dai 40 euro di Basilicata, Calabria e Molise ai 45 di Campania e Marche, dai 50 di Abruzzo, Lazio, Puglia e Sicilia ai 55 euro di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Sardegna, Toscana e Veneto. 

Boom di prenotazioni on line – Alta, infine, la percentuale di coloro che prenota le vacanze in rete. Giusto per fare un esempio, si parla del 45% del totale in Emilia Romagna, e del 40% in Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto. A trainare il mercato del booking on line sono principalmente i turisti stranieri. Quattro vacanzieri su cinque che hanno prenotato in rete in Molise provengono dall'estero. E tre su quattro gli stranieri che lo hanno fatto nel Lazio e in Sardegna.

Leggi tutto