Terremoti, due forti scosse in provincia di Torino

Vigili del Fuoco al lavoro per i danni a cornicioni e tetti di alcuni palazzi a Pinerolo e dintorni a causa delle due scosse di terremoto che ieri sera sono state avvertite in provincia di Torino
1' di lettura

L’epicentro a Pramollo, in val Chisone, a 11 chilometri di profondità. Per la paura la gente si è riversata in strada. Danni a tetti e cornicioni di alcune case e brevi interruzioni di corrente elettrica

Due forti scosse di terremoto, di magnitudo 3.9 e 2.1, sono state avvertite ieri sera a Torino e provincia.

L'epicentro, secondo quanto rilevato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stato a Pramollo, in val Chisone, a circa 11 chilometri di profondità. "Abbiamo sentito un forte boato, poi si è messo a tremare tutto, è stato pauroso" racconta un testimone dalla zona dell'epicentro.

 

Per la paura, la gente si è riversata in strada. In val Chisone, val Pellice e in alta valle di Susa, in particolare, si sono verificate interruzioni di corrente elettrica per alcuni secondi.

Le due scosse hanno causato danni ai cornicioni di alcune case e ai tetti di qualche palazzo. Centinaia le chiamate per tutta la notte ai vigili del fuoco, che stanno ancora ultimando i controlli.

Leggi tutto