Duplice omicidio in appartamento a Firenze, fermato il ricercato

Carabinieri sul luogo del delitto
1' di lettura

Le vittime sono una donna e un transessuale, entrambi di origine sudamericana. Una terza ragazza si è salvata lanciandosi dalla finestra

È stato fermato dopo una fuga durata tutto il giorno il 42enne ricercato per il duplice omicidio avvenuto a Firenze. Due persone sono state uccise a coltellate in un appartamento in via Fiume: le vittime sono una donna e un transessuale, entrambi di origine sudamericana. Una terza ragazza, che era presente nell’appartamento, si è salvata lanciandosi dalla finestra e si trova ora ricoverata all'ospedale di Santa Maria Nuova, non in pericolo di vita.

FOTO

 

 

 

I vicini hanno sentito le urla - Sarebbero state le urla provenienti dall'appartamento ad allarmare alcuni vicini che hanno chiamato il 118 e i carabinieri, nelle prime ore della mattina. Al loro arrivo i sanitari hanno trovato la ragazza che si era gettata dall'appartamento sul marciapiede, le sue condizioni non sarebbero gravi (non avrebbe ferite da taglio), e l'altra giovane nell'androne del palazzo. Il transessuale era invece ormai senza vita nell'appartamento.  

La fuga dell'assassino - Dopo il duplice omicidio l’aggressore è fuggito e ha raggiunto la sua abitazione. Qui, dove vive da solo dopo la separazione dalla moglie (la coppia ha anche un figlio), si sarebbe cambiato gli abiti insanguinati, trovati dai carabinieri, ha preso le chiavi dell'auto, una Citroen C1 rossa, ed è fuggito chiamando i genitori. Proprio loro avrebbero avvertito i carabinieri e, in un primo momento, sembrava fossero riusciti a convincere il figlio a costituirsi. I contatti sono andati avanti fino a mezzogiorno. Poi il cellulare è stato spento. Fino a quando l'uomo non è stato fermato nel Senese dai carabinieri della stazione di Monticiano.

Data ultima modifica 29 giugno 2016 ore 22:56

Leggi tutto