Fisco, nei primi 5 mesi del 2016 scoperti 3300 evasori totali

1' di lettura

Secondo le fiamme gialle solo in quest'anno per sprechi, mala gestione e truffe ai danni della Pubblica Amministrazione lo Stato ha subito danni per oltre 2 miliardi di euro

Solo nei primi cinque mesi del 2016 la Guardia di Finanza ha scoperto 3300 evasori totali, soggetti cioè completamente sconosciuti al fisco. Nello stesso periodo le Fiamme Gialle hanno smaschterato 840 società fantasma, costituite con lo scopo di eludere il fisco. Scoperti inoltre 220 casi di trasferimento indebito all'estero di redditi societari e sequestrati patrimoni per 300 milioni di euro. Alla criminalità organizzata la Gdf ha sequestrato, da gennaio ad oggi, 220 aziende e beni per 1,3 miliardi e 6 tonnellate di stupefacenti. 1.000 i denunciati per il reato di riciclaggio e 300 per quello di autoriciclaggio.

Danni allo Stato per oltre 2 miliardi
- Per quanto riguarda invece sprechi e mala gestione nella Pubblica Amministrazione, oltre a truffe ai finanziamenti pubblici, lo Stato ha subito da gennaio del 2016 un danno superiore ai 2,3 miliardi. Nello stesso periodo di tempo, le Fiamme gialle hanno individuato finanziamenti europei e nazionali illecitamente richiesti per un valore complessivo di 360 milioni di euro: 5.500 i frodatori di risorse pubbliche, 98 dei quali arrestati, e 1.850 i responsabili di reati contro la pubblica amministrazione, di cui 118 arrestati.
   
Celebrazioni per i 242 anni della Guardia di Finanza - Sono numeri che fanno parte del bilancio diffuso dalla Guardia di Finanza in occasione delle celebrazioni per i 242 anni del corpo in programma per oggi 21 giugno.

Leggi tutto
Prossimo articolo