Donna incinta avvelenata, gip dispone il carcere per il compagno

(Foto d'archivio dell'ospedale Maggiore di Bologna)
1' di lettura

L'uomo è accusato di lesioni gravissime e tentata interruzione di gravidanza

Il gip di Bologna Domenico Panza ha disposto la custodia cautelare in carcere per Giuseppe Di Giorgio, il 35enne che ha avvelenato la compagna incinta al settimo mese con un prodotto per la lavastoviglie. Il Gip ha assecondato la richiesta del pm che, in udienza, ha aggiunto all'accusa di lesioni gravissime la contestazione di tentata interruzione di gravidanza.

 

Stabili la donna e il bambino - Di Giorgio ha confermato quanto aveva detto nell'interrogatorio: voleva far abortire la compagna perché preoccupato che il figlio non fosse sano. La fidanzata è ancora ricoverata all'ospedale Maggiore in prognosi riservata, ma è cosciente e le sue condizioni sono stazionarie, così come quelle del bambino.

Leggi tutto