Stilista trovata morta a Milano, pm: nessun segno violenza sul corpo

Carlotta Benusiglio (Credits: Fotogramma)
1' di lettura

Dopo l'autopsia, si rafforza l’ipotesi del suicidio della donna

La morte della stilista Carlotta Benusiglio, trovata impiccata con una sciarpa a un albero la mattina di martedì 31 maggio in Piazza Napoli a Milano, sarebbe dovuta a uno "strangolamento suicidario".

Lo ha detto il pm di Milano Antonio Cristillo, titolare dell'indagine sulla morte della ragazza, parlando dei primi esiti dell'autopsia effettuata su disposizione del magistrato.

 

Al momento, dunque, non ci sarebbero elementi che inducano a pensare che la morte sia stata provocata da un'altra mano. Sul corpo nessun segno di violenza.

 


 

Lati oscuri - Le indagini comunque proseguono perché il fatto, al momento catalogato come suicidio, presenta qualche lato oscuro. Soprattutto la posizione del corpo.

La stilista infatti, con una sciarpa stretta al collo e legata ad un ramo, toccava però terra coi piedi. Situazione non incompatibile con un suicidio ma comunque 'sospetta'. La vittima ha poi lasciato a casa il computer acceso che trasmetteva della musica.

A questo si aggiunge il rapporto complicato col fidanzato segnato da episodio di violenze e cure al pronto Soccorso. L’uomo risulta come persona informata dei fatti e non è indagato.

Leggi tutto